• Type:
  • Genre:
  • Duration:
  • Average Rating:
  • Intervista alla compagnia Orto degli Ananassi

    Il “teatro artigianale” di Gambuzza e Di Luca rivisita una storica produzione con il linguaggio del cinema. La vicenda di una coppia, testimone dei tempi della ricostruzione nel dopoguerra, veicola un messaggio di resilienza che, dal particolare, arriva all’universale. Così, Testa di rame, prende le mosse dall’antico mestiere dei palombari per trasmetterci un’antica vocazione alla rinascita, al tempo del Covid.

    Guarda ora
  • Intervista alla compagnia Dimitri Canessa

    Una compagnia che si divide tra l’Italia e la Svizzera, con la vocazione internazionale e lo sguardo rivolto a un teatro che unisce parola e movimento in un visionario equilibrio contaminativo. La Livorno immaginata in Musiche da un piccolo mondo è qualcosa di spiazzante e inedito, e chissà, potrebbe anche essere collegata a un viaggio nello spazio…

    Guarda ora
  • STRADE INTIME – Racconto 3

    Dar vita ad un racconto non sulla città ma dalla città. Da questo muoveremo la nostra indagine per la costruzione di tre video completamente autonomi ma allo stesso tempo indissolubilmente legati e interconnessi fra loro nella costruzione di un nuovo itinerario emozionale e affettivo che colmi e riempia i luoghi urbani indagati con un nuovo sguardo e percezione data direttamente da coloro che gli abitano e che ci accompagneranno alla scoperta di questo nuovo itinerario. Un’indagine per legare la densità del passato al presente e per accendere fuochi immaginativi sul futuro e su quello che ci attende.

    Guarda ora
  • Musiche da un piccolo mondo

    In una Livorno ormai deserta, un padre e una fglia raccolgono suoni e immagini da lanciare nello spazio. I suoni del presente ma anche i suoni della nostra memoria, quasi ancora vibrassero sotto le pietre assolate di questa città. Una sorta di capsula del tempo, un dono da un piccolo e distante pianeta per qualsiasi forma di vita extraterresre che un giorno, chissà, potrebbe raccoglierla… Un itinerario poetico, un percorso immaginario attraverso squarci, frammenti, musiche, poesie della nostra città.

    Guarda ora
  • Memorie sotto al mare – Storie di palombari livornesi

    Livorno, 1945 A pochi anni dalla Liberazione, in una città tutta da ricostruire, Scintilla, palombaro innamorato del mare e delle sue profondità, è sposato con Rosa, donna impulsiva, gelosa e caparbia. Questo l’incipit della descrizione di “Testa di Rame”, testo teatrale scritto da Gabriele Benucci e Andrea Gambuzza e da quest’ultimo interpretato a fianco a Ilaria Di Luca per la regia di Omar Elerian.

    Guarda ora

Le interviste

Scroll to top